Mobilità in carrozzina: valutazione dell’efficacia della seduta in autobilanciamento con sistema a giroscopi

È stato presentato uno studio neoavviato sulla mobilità in carrozzina attraverso una nuova tecnologia che consiste nello spostamento di una sedia a due ruote con seduta autobilanciante e un sistema a giroscopi elettronici.

La modalità di spostamento è gestita dai movimenti in anteroposteriore del tronco.

Lo studio ha l’obiettivo di valutare, si con l’utilizzo di questa tipologia di seduta, si può avere un miglioramento e/o accelerazione nel processo di recupero funzionale e performance occupazionale dell’utente.

Nello studio saranno utilizzate scale che valutino:

  • il dolore a carico delle scapolo-omerali e del tratto cervicale (spesso direttamente collegato al sovraccarico delle stesse strutture)
  • l’equilibro del tronco
  • la spasticità
  • il grado di autonomia.

Verrà anche sottoposto agli attuali utilizzatori su territorio nazionale di questo ausilio, un questionario sul vissuto soggettivo dell’utilizzo della sedia.

Il tempo stabilito del percorso sarà circa un mese (dopo adeguato addestramento all’utilizzo della seduta) ed è rivolto a PLM con paraplegia senza traumi cranici e/o deficit a carico degli arti superiori.
A cura di T. Bianconi

Share:

Autore

Informazioni non disponibili per questo autore

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *